sabato 15 marzo 2014

Vandali in azione sulla spiaggia di Lavinio.




Martedì 11 marzo, mentre un attivista del Movimento 5 Stelle di Anzio, collegato al portavoce comunale Cristoforo Tontini, si trovava a Lavinio Lido di Enea, sulla Passeggiata delle Sirene, nel tratto di spiaggia tra i bagni “Bravi” ed il belvedere, ha notato, intorno alle 16:30 sulla spiaggia tre falò, uno già estinto i cui resti ancora visibili nonostante siano stati stupidamente sotterrati cosi da rendere ancora più difficili le operazioni di bonifica, un altro in corso e un terzo al quale fortunatamente non era stato ancora appiccato il fuoco; si tratta di materiale plastico molto inquinante. L’attivista a 5 stelle ha prontamente allertato la capitaneria di porto che a sua volta ha contattato la polizia locale. Alle 18:30 è arrivata una pattuglia dei vigili che ha semplicemente visionato l’accaduto assicurando che avrebbe riportato la cosa all'ufficio demaniale e ambientale. L’attivista, a questo punto, si chiede: chi ha speso tutto questo tempo e fatica per portare a termine uno scempio del genere? Di certo non qualcuno con la buona intenzione di pulire l'arenile ed oltretutto in un tratto di spiaggia libera! Il Movimento 5 Stelle di Anzio, sensibile alla tutela del territorio è sempre vigile e pronto a collaborare con le forze dell’ordine per impedire o almeno ridurre tali atti d’inciviltà, sperando che i cittadini incomincino ad amare e rispettare almeno il territorio in cui vivono.